Dal 2009, per rispondere in modo adeguato alle differenti esigenze delle famiglie associate, Parent Project aps interviene in ambito socio-sanitario attraverso i progetti di promozione sociale. Grazie a questa attività, realizzata con i finanziamenti della L. 383/2000 art. 12/c.3 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, viene sviluppata una rete capillare di collegamento tra famiglie, operatori, specialisti, enti pubblici e altre associazioni, che sempre più consente di garantire l’inserimento sociale dei ragazzi.

2019/2020

RI – GENE – RARE, Rinnovare Parent Project, Sperimentare Comunità, Vita indipendente, inclusione sociale e cittadinanza attiva per i ragazzi con distrofia di Duchenne e Becker.
Il progetto “RI-GENE-RARE” mira a riportare le famiglie Duchenne e Becker (i giovani pazienti e i loro familiari) al centro della vita comunitaria, al fine di favorire percorsi di vita realmente indipendenti ed un futuro di qualità per l’intero nucleo familiare. A tale scopo l’iniziativa progettuale di quest’anno opererà, da un lato, per fare il punto sulla patologia, il suo decorso e le terapie al momento disponibili, dall’altro, per tradurre le informazioni e i saperi acquisiti in competenze immediatamente spendibili, in grado di generare partecipazione alla vita comunitaria, sviluppo e rafforzamento dei legami sociali e solidali, integrazione reale nelle comunità di appartenenza e inclusione lavorativa, corresponsabilità e cittadinanza attiva.

Formulario del progetto

2018/2019

InFormAzioni. Azioni sperimentali, formazione e assistenza in rete per la crescita della comunità Duchenne e Becker

Il Progetto InFormAzioni è finanziato dal Ministero Lavoro e Politiche Sociali –D.lgs 3 luglio 2017 n.117, art.72 -anno 2017. Si realizzerà da agosto 2018 ad agosto 2019 ed opererà su tre binari :

– la formazione e della crescita interna attraverso la realizzazione di percorsi di formazione per i pazienti, i care givers, i volontari dell’associazione e anche per i clinici e i ricercatori;
– i servizi ai pazienti attraverso l’apertura di tre nuovi Centri Ascolto Duchenne e il rafforzamento di quelli già presenti sul territorio;
– la campagna nazionale di comunicazione “Il Paziente Al Centro”.

Il progetto “InFormAzioni” coinvolgerà l’intera rete nazionale di Parent Project.  Mediante il suo programma di attività organico e innovativo, il progetto “InFormAzioni” mirerà a rinnovare e potenziare l’intera struttura associativa, dai servizi ai pazienti e alle famiglie, alle modalità di comunicazione e interazione, fino al coinvolgimento dei pazienti e delle famiglie nei percorsi di Ricerca e Sviluppo dei nuovi farmaci. In particolare il progetto si propone di sviluppare la consapevolezza interna dei pazienti e dei familiari, incrementare la partecipazione, la soddisfazione ed il senso di appartenenza delle famiglie della Rete, fondamentali per la crescita e lo sviluppo di Parent Project; diffondere e rafforzare la convinzione che una vita di qualità sia possibile anche convivendo con la DMD e BMD e promuovere il confronto tra le famiglie sugli aspetti fisici, sociali e psicologici della quotidianità.

Formulario del progetto

2017/2018

Auto-NOI-mia. Percorsi sperimentali di inclusione sociale e cittadinanza attiva per le persone con disabilità nel contesto delle comunità locali

Attraverso questo progetto si intende sperimentare percorsi innovativi in grado di favorire l’autonomia dei giovani adulti Duchenne, coinvolgendoli direttamente in esperienze di vita autonoma. I ragazzi lavoreranno ad un progetto comune attorno al seguente tema “Noi siamo la nostra comunità – Inclusione sociale e Cittadinanza Attiva delle persone con disabilità” attraverso la realizzazione di attività creative (documentari, fotografie, ecc.) accenderanno il loro particolare punto di osservazione sulle problematiche ma anche sulle esperienze positive presenti nei diversi territori. In parallelo verrà realizzato un documentario che racconterà “il dietro le quinte” della loro esperienza. Si intende promuovere in questo modo una visione delle persone con disabilità non più solo come “oggetto” di sostegno/aiuto, bensì anche come “soggetti” attivi per lo sviluppo sociale e culturale della propria comunità.

Formulario del progetto